Image Alt

All About Mikey

Alla scoperta del Portogallo-L'estremo Ovest Pt.6

Alla scoperta del Portogallo-L’estremo Ovest Pt.6

NELLE PUNTATE PRECEDENTI

(Per chi si fosse perso le parti precedenti le può trovare cliccando qui: PARTE1PARTE2PARTE3PARTE4PARTE5)

Alla scoperta del Portogallo-L'estremo Ovest Pt.6

E il vincitore del Trono di Sintra va a Ellie!!!

 

Mikey: <<Mi proclamo RE del castello!!!>>.

Ellie: <<Ah sì?!? E io IMPERATRICE!!!>>.

Mikey: <<E io SOVRANO INCONTRASTATO!!!>>.

Ellie: <<Ma basta!!! IL TRONO E’ MIO!!!>>.

 

INIZIO PARTE 6:



Booking.com

 

Driiiiiiiin

Un’altra giornata è iniziata nel magico mondo di Sintra, gli uccellini cantano, le persone cantano allegramente saltando in qua e in là nei boschi, la natura è felice, noi siamo felici e vissero tutti felici e contenti!

Beh, se Sintra fosse descritta in un film Disney credo che più o meno sia così…e poco ci manca!!!

Al nostro risveglio andammo al piano inferiore dell’ostello a fare colazione…allora…il Moon Hill Hostel è veramente perfetto in tutto, ma la colazione…lascia un po’ a desiderare, diciamo che c’è poco poco, ma su via…se si va a vedere il prezzo dell’ostello va più che bene!!!

Finimmo alla svelta, andammo a prepararci con vestiti comodi e uscimmo per continuare la nostra visita di quel magico paese!

Ci ricordammo che il giorno prima, in stazione, trovammo una brochure, Go2Cintra…sembrava interessante.

Essendo che a Sintra ci sono davvero tante cose da vedere, tanti castelli da visitare, tante spiagge o parchi naturali, avevamo bisogno di un mezzo di trasporto per girare tutto il giorno!

Go2Cintra faceva a caso nostro!!! (Per chi fosse interessato a vedere il sito di Go2Cintra clicchi QUI) Questa piccola agenzia, a due passi dalla stazione di Sintra, gestita da giovani e simpaticissimi ragazzi, offre una valida possibilità di visita a Sintra. Ovvero, affittano macchine elettriche (Renault Twizy) per i giri lunghi oppure per chi vuole farsi una scampagnata ci sono anche le biciclette elettriche! (Naturalmente con le bici sono meno costose, ma si riesce a percorrere meno Km se non si è allenati, anche se sono elettriche…eh, certo che devi pedalare lo stesso, per chi non lo sapesse le bici elettriche sono elettriche solo nell’assistenza alla pedalata, non sono mica motorini…)



Booking.com

 

Comunque sia…

In questa giornata io ed Ellie abbiamo avuto una nuova compagna di viaggio! Miss Twizy!!! Ebbene sì, affittammo la macchinina a due posti per una somma pari a100€ per tutto il giorno, ma oltre alla macchina, Go2Cintra ti affitta (sempre nel prezzo della macchina) un modem internet portatile da collegare al telefono per usarlo come navigatore, un power bank per tenerlo sempre carico e si sono offerti di farci l’itinerario sulla mappa segnandoci le cose più belle ed importanti del paese, da cosa visitare ad i ristoranti dove mangiare del buon pesce!

Giuro, non pensavo di trovare in questa agenzia persone così disponibili!!! Sono davvero fantastiche! Si spiegano benissimo anche se non parli bene l’inglese, sempre con il sorriso sulle labbra e sempre a scherzare!

Ci scambiammo anche il numero di telefono per qualsiasi problema, con la promessa di sentirci a metà giornata.

Alla scoperta del Portogallo-L'estremo Ovest Pt.6

La nostra fedele Twizy

Prendemmo la nostra macchinina e via alla scoperta di Sintra!

(Premetto…a Sintra ci sono davvero tante, troppe cose da vedere che un giorno non basta, alcune cose le abbiamo viste meglio di altre e mi dispiace se sarò sintetico su alcune cose, ma parlerò solo di ciò che mi è rimasto di più impresso…)

Lasciata l’agenzia alle nostre spalle, ci dirigemmo verso il nostro primo punto segnato sulla mappa: Park and Palace of Monserrate!

Alla scoperta del Portogallo-L'estremo Ovest Pt.6

Palacio de Monserrate

Palazzo ottocentesco dallo stile indiano, gotico e moresco, fu di proprietà di Sir Francis Cook, collezionista d’arte britannico, che usò la struttura come tenuta estiva.

Pagammo 8€ a testa e iniziammo a visitare il parco circostante prima di andare a visitare il palazzo, non ci immaginavamo quanto fosse immenso…

Il parco è un giardino botanico, costituito da diversi giardini, da quello messicano, dove si possono trovare le palme a quello giapponese con i bambù, dal giardino cinese dove si possono trovare anche le carpe al giardino stracolmo di rose, e così via per 30 ettari che comprende tutto il complesso…

Saremmo stati 2 ore in tutto, e se avessimo avuto altro tempo ne saremmo rimasti altrettante…ma c’era il palazzo da visitare!!! Ah…no…era in ristrutturazione…che sfiga…….

Alla scoperta del Portogallo-L'estremo Ovest Pt.6

Baccalà magico, come fa sparire lui i soldi nessuno lo sa!!!

Vabbè, ci mettemmo subito in marcia, erano già le 12:00 perciò andammo in un posto che ci consigliarono quelli della Go2Cintra, situata in Praia das Azenhas do Mar, praticamente è una scogliera con un ristorante ricavato all’interno…davvero un bel ristorante…un lussuoso ristorante…In coro pensammo “CAZZO!”, ma ormai eravamo già seduti nel ristorante…

Non abbiamo nulla con quel ristornate anzi, si magia benissimo…un po’ caro (sui 40€ a piatto, e non toccate le tapas che vi portano senza chiedere, altrimenti le pagate, care e salate), ma eravamo partiti con i soldi un po’ contati per la vacanza, e quei due giorni a Sintra ci stavano facendo un po’ sforare…

Vabbè…il “danno” era fatto, ordinammo le cose meno costose che trovammo nel menù (Polipo lei, baccalà io) e notammo che eravamo proprio fuori luogo…tutti, ehm…vestiti eleganti manco fosse un matrimonio che mangiavano aragosta e caviale…noi con maglietta e felpa sudata, pantaloncini corti da escursione e scarpe bucate…sì, ci sentivamo un po’ osservati…

Mangiammo le nostre portate, pagammo il conto, il portafoglio “pianse” tantissimo e ripartimmo più veloci possibili…eravamo capitati in una realtà di cui la nostra vacanza non ne faceva parte!

La meta successiva è la META per antonomasia (almeno, Aldo Baglio del trio Aldo, Giovanni e Giacomo avrebbe detto di sicuro così!), ovvero CABO DA ROCA!!!

Non sapete cos’è Cabo da Roca???

Non avete mai sentito parlare della famosissima Cabo da Roca?!?!?

Beh, nemmeno noi fino a quel momento…

Alla scoperta del Portogallo-L'estremo Ovest Pt.6

Cabo da Roca

Spiegato in parole povere… Cabo da Roca è l’estremo ovest!

No, non l’estremo ovest del mondo, ma dell’Europa!

È un promontorio aspro e selvaggio con una scogliera posta a 140 metri dal mare, fino al 14° secolo si pensava che lì fosse la fine del mondo. Posto al centro della scogliera si può trovare un totem con su scritto “Aqui…Onde a terra se acaba e o mar começa….” detto dal poeta Luís Vaz de Camões, ovvero “Qui…dove la terra finisce e il mare comincia”.

Alla scoperta del Portogallo-L'estremo Ovest Pt.6

Ottima vista a Cabo da Roca, o forse no….

Da quella scogliera si dovrebbe avere una vista fantastica, dico “si dovrebbe” per un motivo…noi, non abbiamo visto nulla di nulla quel giorno…e per nulla intendo IL NULLA ASSOLUTO! A malapena ci vedevamo noi due, c’era una nebbia e un vento che per metà bastava! Ci rovinò la vista, ma potremmo sempre dire: “Noi siamo stati all’estremo Ovest!”

Fuggiti letteralmente da Cabo da Roca, con tanto di vento che sballottava la povera e piccola Twizy, ci rifugiammo al Palàcio Nacional da Pena.

Alla scoperta del Portogallo-L'estremo Ovest Pt.6

Palàcio Nacional da Pena

È un castello, situato sulle colline della città portoghese di Sintra, fatto costruire dopo il 1840 da Maria II di Braganza, come regalo di nozze per il marito, re Ferdinando II del Portogallo. Nel 2007 è stato eletto come una delle 7 meraviglie del Portogallo, mentre nel 1995 il palazzo è sotto la tutela dell’UNESCO (come quasi tutta Sintra).

Parzialmente la visita del castello è gratuita, mentre l’entrata nel parco costa sui 7€ a testa. Come tutti i parchi di Sintra, quello del Palacio da Pena è curatissimo, con l’aggiunta della navetta per anziani e/o disabili per la visita, essendo che tutto il parco è un sali-scendi.

Alla scoperta del Portogallo-L'estremo Ovest Pt.6

Ma Ellie…Quel palazzo laggiù mi sembra familiare!?!?

Sinceramente, noi eravamo un po’ sballottati in quel momento, sarà che camminavamo dalle 08:00 ed erano le 16:30, sarà che tutto il vento e freddo improvviso preso a Cabo da Roca ci  avrà scombussolato, sarà che il conto alla Praia das Azenhas do Mar ci è rimasto un po’ sullo stomaco, ma in quel momento eravamo davvero stanchi…ci incamminammo senza nemmeno capire dove andavamo, era una strada con parecchi tornanti…se dovessi ritrovarla non saprei da dove iniziare, ma ci ritrovammo praticamente su una rocca dov’era posizionata una grande croce bianca, dalla croce si poteva scorgere il castello in lontananza…ma quanto abbiamo camminato?!?

Un po’ di riposo con il sole in faccia, qualche foto di rito e si erano fatte le 18:00, alle 18:30 chiudeva il parco…

Vi lascio immaginare la nostra corsa in discesa…come colonna sonora potete mettere quella di “Momenti di Gloria”, o se volete farla meno eroica e più comica va bene anche l’intro del Benny Hill Show…

Fatto sta che riuscimmo ad uscire, con la lingua di fuori…e con tanto di bancomat perso…la fortuna è stata che l’hanno trovato subito, ma vallo a spiegare che era nostro…

Con fiatone, lingua di fuori, stanchezza, incazzatura del conto del ristorante Praia das Azenhas do Mar, mal di testa per tutto il vento freddo preso a Cabo da Roca e con un inglese che in quel momento manco la WallStreet Institute poteva far meglio cercai di far capire che era mio…

Ok, siamo sfigati…non capiva l’inglese…non capiva il mio inglese…va bene, in quel momento credo di aver detto solo “Give me! It’s Mine!” più volte con il fare minaccioso…e vabbè dai…

Dopo un momento di calma e con un paio di respiri riuscii a farmi capire, a farmi identificare con un documento e a farmi restituire quel dannato bancomat…

E per colpa di questo inconveniente bye bye altre visite…eravamo in ritardo…entro le 19:30 dovevamo riportare la Twizy al Go2Cintra, avevamo una mezzoretta abbondante a disposizione per evitare la penale di mancata consegna entro il giorno, ma non potevamo accelerare più di tanto altrimenti consumavamo la batteria…

Ellie si mise alla guida e con un accelerata e messa in folle, accelerata e in discesa in folle ancora una volta, riuscimmo ad arrivare un l’1% di batteria e in orario…

Stanchi, stravolti, ma consapevoli di aver visitato posti unici!

Alla scoperta del Portogallo-L'estremo Ovest Pt.6

Noi con lo staff di Go2Cintra!

Ci salutammo calorosamente con tutto lo staff della Go2Cintra con la promessa di rivederci in futuro, salutammo la compagna di viaggio Twizy e andammo a mangiare un boccone in un pub, A Tasca do Manel, un paio di birre agli avventurieri e un paio d’hamburger e la serata pian piano andò a concludersi…

Giuro, andare a dormire in quel momento ci dispiaceva e non poco…eravamo in un luogo da sogno, non volevamo lasciarlo così, dopo solo un paio di giorni, ma…nulla è eterno…

 



Booking.com

 

Conserverò il ricordo di Sintra come uno dei posti più bello mai visto, come un luogo magico dove ogni cosa è stupenda, un paese dove regna l’armonia…

Un paese come quello delle fiabe…

NEXT STATION LISBONA!

 

Continua…

 


 

⇐ PARTE5PARTE7 ⇒



Post a Comment

You don't have permission to register

Ti Piace AllAboutMikey.com? Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutti gli articoli che escono? Allora, seguiteci su FACEBOOK e TWITTER!