Image Alt

All About Mikey

Date un po’ di spazio a voi stessi

“Quel giorno, non so proprio perché, decisi di andare a correre un po’, perciò corsi fino alla fine della strada, e una volta lì pensai di correre fino la fine della città, e una volta lì pensai di correre attraverso la contea di Greenbow. Poi mi dissi: visto che sono arrivato fino a qui tanto vale correre attraverso il bellissimo stato dell’Alabama. E cosi feci. Corsi attraverso tutta l’Alabama, e non so perché continuai ad andare. Corsi fino all’oceano e, una volta lì mi dissi: visto che sono arrivato fino a qui tanto vale girarmi e continuare a correre. Quando arrivai a un altro oceano, mi dissi: visto che sono arrivato fino a qui, tanto vale girarmi di nuovo e continuare a correre. Quando ero stanco dormivo, quando avevo fame mangiavo, quando dovevo fare… insomma, la facevo!”

 

Date un po’ di spazio a voi stessi

Locandina Forrest Gump

Colgo l’occasione con questa frase di un celeberrimo e pluripremiato film non proprio per raccontare la pellicola, ma per sfogarmi un po’…non proprio un tipico articolo di Allaboutmikey.com, ma va beh…avevo voglia di scrivere…

Ah già…per chi non sapesse di che film stessi parlando, anche se spero che chiunque abbia visto questo capolavoro, si tratta di Forrest Gump! (Se lo volete vedere cliccate QUI)

Non vi è mai capitato di svegliarvi un giorno, con le palle girate, zero voglia di parlare e di scappare da tutto e tutti?

Ci sarà stata quella giornata dove persino la negatività in persona si toccherebbe le palle guardandovi…no?

Beh…dai…capita a tutti…essere sempre liberi e spensierati è un pregio di pochi, beati loro…

Comunque sia, una di queste notti/mattine, cioè non so come chiamarla, erano le 4.00 del mattino ed era buio…quindi la chiamerò “Nottino”…

Ricominciamo: Una di queste nottine, durante la mia solita insonnia, e dopo aver visto tutto ciò che potevo vedere di film, mi alzai dal letto e mi misi in tuta…uscii di casa e mi misi a correre proprio come Forrest…

Non so perché l’abbia fatto, ma lo feci e basta…avevo bisogno di schiarirmi le idee…su cosa? Bah…Non lo so neanche io…la risposta, anche se non può soddisfare il lettore, potrebbe essere: in generale…

Scesi in strada e incominciai a correre, correre più non posso…

Anziché schiarirmi le idee, avevo proprio bisogno di non pensare, di faticare e non pensare a niente…né problemi, né pensieri insistenti, non avevo nemmeno voglia di fantasticare…avevo solo voglia di rimanere con me stesso…

Come Forrest…

Se volevo fermarmi, mi fermavo…se volevo rallentare, rallentavo…volevo arrivare fino al paese successivo? Allora proseguivo, senza pensare…procedevo e facevo quello che volevo…

Ecco, sembra stupido…per una volta, dopo tanto tempo, mi dedicavo a me stesso…e a dirla tutta mi ero mancato abbastanza…

Fatto sta che girai e girai tutta la sera…e ancora adesso mi chiedo il perché proprio quella sera, ma posso dirlo: mi sono sentito libero e spensierato per un paio d’ore…niente e nessuno poteva dirmi cosa fare in quel momento e mi sono sentito davvero invincibile…

Beh…è stata davvero una bella “nottinata”, strana, ma purificante…mentalmente almeno…

Ma come tutte le cose, anche quella “Nottinata” finì e come Forrest dovetti dire:“Sono un po’ stanchino. Credo che tornerò a casa ora.

Beh…finito questo “pippone”(che sinceramente non correggerò nemmeno dopo averlo finito di scrivere, perché così rimane l’essenza di ciò che pensavo in questo momento)vi posso solo dare un consiglio…

Ritagliate del tempo per voi, senza nessuno intorno, senza nessuna voce che gira, senza nessuna paranoia ad assalirvi…

State in silenzio e sfogatevi con esso…nel migliore modo che riuscite…

Ma deve essere istintivo, non deve essere una cosa forzata…

State un po’ con voi stessi…

Date un po’ di spazio a voi stessi…

 


 


Post a Comment

You don't have permission to register

Ti Piace AllAboutMikey.com? Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutti gli articoli che escono? Allora, seguiteci su FACEBOOK e TWITTER!