Image Alt

All About Mikey

Ricordi di bambino scrutando il cielo

“È meraviglioso Molly, l’amore che hai dentro, portalo con te…”

 

 

Fruscio di sotto fondo, cambio di vinile e…

Ooooooooooooooooh my love, my darling

I’ve hungered for your touch

A long lonely time…..

 

Chi non vorrebbe essere stato al posto di Patrick Swayze o di Demi Moore in una delle scene più iconiche della storia del cinema? Avete capito di che scena intendo? Dai su…ditemi che avete capito!?!?

Vi do un aiutino…in questa famosa scena c’è un vaso di terracotta! Un vaso di terracotta che …credo sia il più famoso vaso di terracotta di tutta la storia del cinema! Ma non soffermiamoci sul vaso…ma su chi fa il vaso! E qui ripeto la domanda sopra citata…Chi non vorrebbe essere stato al posto loro a vivere quel momento?

Credo che nessuno si sarebbe tirato indietro…beh erano anche due gran bei gnocchi, quindi dai…fantasticare non fa male a nessuno…

Per dover di blog devo scriverlo anche se credo che tutti sappiano di che film si tratti (almeno spero), ma per chi non lo avesse mai visto, (voglio sperare che dopo aver letto questo blog andrete subito a vederlo) questo film si chiama Ghost – Fantasma.

Ora, naturalmente come tutte le volte che scrivo, posso perdere l’obiettività, ma questo è veramente uno di quei film che tutti dovrebbero avere a casa…

…vabbè…

…dai…almeno vedere una volta nella vita, va meglio così?

Di questo film ho un legame particolare, me lo sento mio…senza entrare in discorsi religiosi sull’esistenza dell’anima o di un al-di-la, ognuno ha il diritto di avere una propria fede o di pensare quel che vuole, ma a me questo film servì in particolar modo per capire cos’era la morte.

Nella mia infanzia da bambino “problematico” dove i miei migliori amici erano un videoregistratore e le VHS che mi venivano gentilmente prestate (e, se si riusciva, col cavolo che le restituivo), passavo intere giornate dopo la scuola a guardare film e a ripeterene ai miei genitori battuta per battuta a memoria, fino a fargli venire l’orticaria da logorroicità(non so se si dice, ma rende l’idea no? E comunque se non si dice l’ho coniato io!!!), ma quando mancò un mio parente, a cui ero molto legato, papà e mamma non sapevano più cosa rispondere alle mie incessanti domande su dove fosse, perché non si facesse vedere o quando sarebbe tornato a trovarci…

La risposta era più o meno sempre la stessa avendo ricevuto un educazione cattolica…

Il mio parente era andato in cielo…

Beh…allora la mia ingenuità mi fece credere che andando sul balcone della mia casa e guardando il cielo potevo aspettarlo, farmi trovare lì ad accoglierlo, esser pronto per quando sarebbe tornato…

…ma no…

Purtroppo non funzionano così le cose…

Ma cosa ne avrei potuto sapere a quell’età della morte?

E qui entra in scena il film, mi venne regalato con la speranza di comprendere…

Lui era vicino a me a proteggermi…ma nello stesso momento era talmente lontano da lasciare quel vuoto incolmabile…

Ebbene sì, sono molto legato a questo film…

Ora che ho parlato un po’ della mia storia che mi lega a questo capolavoro, parliamo della pellicola vera e propria!

E, per chi non l’avesse mai visto…

 

ATTENZIONE AGLI SPOILER!!!!

 

Ghost-Fantasma

Locandina di Ghost-Fantasma

Attori Principali:

-Patrick Swayze: Sam Wheat

-Demi Moore: Molly Jensen

-Whoopi Goldberg: Oda Mae Brown

-Tony Goldwyn: Carl Bruner

Per la regia di: Jerry Zucker

Film del 1990

(Per chi fosse interessato/a a reperire il film lo potete trovare cliccando QUI)

Senza guardarlo dal lato emotivo rimane sempre un grande film con grandi interpretazioni, una su tutte quella di Whoopi Goldberg che con questo film ha ottenuto anche un Oscar, un Golden Globe e un Premio BAFTA e moltissime altre nomination come attrice non protagonista. Ogni vota che nel film compare Whoopi è sempre uno spasso (basta guardare la scena dove Sam cerca di convincere Oda Mae Brown di farle da medium cantando tutta la notte fino allo sfinimento), in questo film ha dato quel tocco che solo lei poteva dare…Come se avessero messo Suor Maria Claretta di SISTER ACT (un po’ più scontrosa) in protezione testimoni in un centro di medium(si, lo so che Sister Act è uscito due anni dopo Ghost, era solo per fare un esmpio…non fate i saccenti!)… Ovvero è sempre quella tignosa che all’inizio pensa sempre a se stessa e che non le va mai bene nulla, ma alla fine è quella con il cuore più grande di tutti!

 

La storia è davvero emozionante, con pochi colpi di scena, ma che dall’inizio alla fine non vi stancherà mai. Con questo film ci fu anche il rilancio di Patrick Swayze che dopo Dirty Dancing – Balli proibiti, a mio parere, non ebbe grandissimo successo, ma con Ghost-Fantasma fece un’interpretazione magistrale che gli consentì di ripresentarsi da protagonista nel mondo di Hollywood.

E poi c’era lei, la bellissima e fragile Molly…che durante tutto il film dovrà lottare tra la consapevolezza di aver perso il proprio amato e il sentire la sua presenza…La giovane Demi Moore fece una grande e straziante interpretazione in questo film, ma sapete il motivo che le fece ottenere la parte??? Beh non vi resta che arrivare fino in fondo all’articolo e leggere le curiosità!

 

Detto questo, per concludere posso affermare che questo è uno dei film che bisogna vedere almeno una volta nella vita, assaporarlo fino in fondo e lasciarsi trasportare da quel velo di malinconia che lascia alla fine…ma di sicuro non vi farà pentire della scelta della visone.

 

Io questo film l’ho amato davvero alla follia…

Me lo porterò sempre nel cuore…

E per concludere, non mi viene nient’altro in mente che:

 

“-Ti amo Ghost…ti ho sempre amato tanto…

-IDEM”

 

…Time goes by so slowly
And time can do so much
Are you still mine?
I need your love
I need your love
God speed your love to me…


Curiosità:

 

  • Dopo il rifiuto di una giovane Nicole Kidman, la parte di Molly Jensen andò a Demi Moore per il semplice fatto che…lei riusciva a piangere spontaneamente da entrambi gli occhi.
  • La Parte di Oda Mae Brown andò a Whoopi Goldberg perché Patrick Swayze, suo grande fan, “pregò” il regista di ingaggiarla.
  • Nessuno si attendeva così tanto successo per questo film, ma alla fine ottenne ben due OSCAR, uno sopra citato a Whoopi Goldberg come attrice non protagonista, l’altro a Bruce Joel Rubin come miglior sceneggiatura originale.
  • Il film ebbe un budget di realizzazione di “soli” 22 milioni di dollari e ne incassò oltre 500 milioni di dollari.
  • È stata prodotta nel 2013 la versione italiana del musical teatrale Ghost, questo spettacolo lo scrisse direttamente lo sceneggiatore del film originale Bruce Joel Rubin

 

Comments

  • Maurizio
    19 marzo 2018

    Ho visto “Ghost” tanti anni fa e non lo ricordo nemmeno tanto bene. Sarà il caso di rimediare 🙂 Non sapevo che il ruolo fosse stato originariamente proposto a Nicole Kidman.

  • Nicoletta
    19 marzo 2018

    Un film davvero emozionante come pochi ce ne sono nella storia del cinema: piango ogni volta che lo vedo!

  • alessia
    19 marzo 2018

    Chi non conosce questo film….che pianti!

  • Sara Chandana
    20 marzo 2018

    Questo è un film che ho amato moltissimo. Ho perso il conto delle volte in cui l’ho visto.😊Se ti interessa approfondire il tema della morte, e se non lo hai ancora letto, ti suggerisco Il Libro Tibetano dei Morti.

  • Giulia M.
    21 marzo 2018

    Ho un debole per Ghost, quando lo ripassano in tv finisco sempre per rivederlo!

  • maryd
    22 marzo 2018

    Ciao! Pur avendo visto il film un sacco di volte, non sapevo che la mitica Whoopy Goldberg avesse vinto l’Oscar.
    Cmq “Ghost” è straordinario.
    Maryd

  • Rocio
    22 marzo 2018

    Ma sai che l’ho guardato giusto pochi giorni fa??? Assolutamente un film che ancora mi regala grandi emozioni nonostante sia già “vecchiotto” ma mai fuori moda!!

  • Stefania D
    22 marzo 2018

    Si mi è piaciuto molto questo film e la scena di cui parli ha sempre smosso in me emozioni belle. Emozioni che certamente mi sarebbe piaciuto vivere di persona.

  • sabrina barbante
    25 marzo 2018

    Grazie soprattutto per le curiosità finali che ci hai dato, che sono piccole perle che io amo sempre conoscere. Ovviamente il film è entrato nel mio immaginario di adolescente e adesso di donna. Adesso non lo guardo volentieri, o meglio sì lo guardo ma… la vita sa esserecosì triste che se posso evitare di piangere con un film che inizia e finisce con la morte del protagonista lo faccio volentieri. Woopy è epica in questa pellicola!
    Quando uscì, fece clamore per i suoi effetti speciali, che per quell’epoca erano all’avanguardia rispetto alle avanguardie. E così, quando lo guardo adesso, capisco che noi siamo già “preistoria”

  • Valentina
    27 marzo 2018

    Un film molto profondo, toccante, emozionante.. L’ho visto parecchio tempo fa, ma dopo aver letto queste tue parole, mi è venuta voglia di rivederlo!

Post a Comment

You don't have permission to register

Ti Piace AllAboutMikey.com? Vuoi rimanere sempre aggiornato su tutti gli articoli che escono? Allora, seguiteci su FACEBOOK e TWITTER!